Noi che vogliamo essere allievi di tutti, maestri di tutti, e di tutti amanti.

Di nuovo Agosto. Di nuovo il cuore troppo pieno, stavolta forse più del solito. Dei nove anni che sono passati, di lui che diventa padre tra poco, del fatto di averlo saputo per caso. Della mancanza di papà, del mio amore che si rinnova, e del dolore che ancora punge. Di una casa che un tempo è stata mia e in cui adesso non riesco a dormire bene, e dei sensi di colpa perché non ci riesco. Dei progetti, delle prime volte (le montagne russe, i delfini), della quieta rassegnazione alle piccole batoste. Della solitudine come una bolla, e di essere sempre tanto, troppo distante, di Marco che è morto e Leonardo che è nato, e di tutto quello che significa. Agosto è il mese più freddo dell’anno, e io ho solo una manciata di ricordi per coprirmi.  

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: