Noi che vogliamo essere allievi di tutti, maestri di tutti, e di tutti amanti.

Archivio per agosto, 2014

Capito questo,capito niente.

Non ti ho stretto abbastanza.

IMG_5107.JPG

Annunci

Come le briciole di Pollicino.

Me ne sto qui seduta sulle scalette di ferro del cortile, coi piedi scalzi. Se sfioro la pianta sento sulla pelle la forma dei piccoli rombi in rilievo.La vernice in alcuni punti è venuta via ed è apparsa la ruggine. Ascolto la musica che il mio vicino (o vicina?)ascolta mentre fa la doccia. Il valzer dell’amore perduto, di De André. Nell’aria c’è il profumo del suo bagnoschiuma perché sì, quando dico vicino intendo proprio vicino vicino. C’è un quadratino di cielo incorniciato dai palazzi, con le nuvole rosse come se dovesse venire a piovere. Come al solito mi perdo a contare le finestre, i balconi, a immaginarci la vita dentro. Ci sono poche luci accese e un sacco di silenzio. Penso a chi dorme già, sdraiato sul letto, calciando via
il lenzuolo col piede. A chi sta sveglio e guarda il soffitto. Agli otto anni che sono passati, e che scoccano proprio oggi, in quello che per me resta il mese più freddo dell’anno. In quel buco che hai lasciato ogni tanto metto il dito per vedere se è diventato meno profondo. Passi avanti. Manchi.